Pubblicato il

Notebook e sbalzi di tensione, quando il portatile non si riaccende

Notebook e sbalzi di tensione : gli sbalzi di tensione possono dare molto fastidio e a volte danneggiare gli apparecchi eletrtronici come i nostri computer e cellulari. I computer desktop hanno sempre di più degli alimentatori che riescono a proteggere la scheda madre e gli hard disk dagli sbalzi di tensione, anche se non sono molto raffinati come uno stabilizzatore di tensione.

Gli alimentatori dei portatili invece spesso possono darci qualche problema. Paradossalmente lo abbiamo osservato nei nuovi notebook, dove gli alimentatori tendono ad essere più piccoli e comodi. Uno sbalzo di tensione a volte può bloccare un nuovo notebook, una sorta di “meccanismo di difesa” che fa si che il nostro computer portatile non si riavii e neppure si accenda… A volte è necessario semplicemente tenere a riposo il notebbok senza collegarlo alla rete elettrica per qualche giorno, tenendo scollegato anche il suo alimentatore, perchè questo possa riaccendersi e ripartire.

Per prevenire questi problemi si possono utilizzare degli stabilizzatori di tensione o gruppi di continuità (UPS). I gruppi di continuità sono sicuramente una soluzione migliore, ci riparano anche dalle interruzione della corrente elettrica, ma sicuramente più costosa. Gli stabilizzatori di tensione che colleghiamo direttamente alla nostra presa di corrente sono invece decisamente più economici. Gli stabilizzatori in caso di sbalzi di tensione tendono ad assorbire il sovraccarico e nel caso in cui gli sbalzi siano molto forti (come nel caso p.e. di un fulmine) si “sacrificano”, quindi si bruciano, evitando che vengano danneggiati i dispositivi che ci abbiamo collegato.

 

Pubblicato il

Informativa Privacy

Informativa all’interessato e raccolta del relativo consenso per il trattamento dei dati personali

Informativa ex art. 13 D.Lgs. 196/2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”)

Desideriamo informarLa che il D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”) prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa suindicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

FINALITA’ DEL TRATTAMENTO

Il conferimento dei dati è facoltativo e l’eventuale rifiuto di fornire tali dati non ha alcuna conseguenza anche se potrebbe comportare la mancata o parziale esecuzione del servizio per cui questi sono necessari.

TRATTAMENTO DEI DATI

I dati raccolti verranno trattati solo attraverso modalità elettroniche. Vengono prese idonee misure di sicurezza per evitare la perdita dei dati, usi illecite o non corretti dei dati fornito o accessi non autorizzati.

I server che ospitano i blog con un contratto di hosting sono di Aruba Spa e Il Tuo Hosting Srls entrambe le società hanno sede in Italia.

COMUNICAZIONE DEI DATI A TERZI

I dati non saranno comunicati ad altri soggetti, né saranno oggetto di diffusione. Solo per finalità di manutenzione dei siti i dati memorizzati potrebbero essere trattati dal personale delle società Aruba Spa e Il Tuo Hosting Srls presso le quali i siti stessi vengono ospitati con contratto di hosting.

TITOLARE DEL TRATTAMENTO DEI DATI

I blog sono di proprietà della DataParallax di Christian Carrone con sede in vilae Mostar,5 09010 Villa San Pietro (CA). Il titolare del trattamento è Christian Carrone.

RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO

Il responsabile del trattamento dei dati è Christian Carrone.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento, oppure la rettificazione (articolo 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte all’indirizzo: privacy@dataparallax.it .

 

Pubblicato il

Ripetitore per il segnale dei cellulari : semplice risolvere i problemi di segnale

Ripetitore per il segnale dei cellulari"GSM base station 4" di ~Pyb - Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons - http://commons.wikimedia.org/wiki/File:GSM_base_station_4.JPG#/media/File:GSM_base_station_4.JPG

Ripetitore per il segnale dei cellulari ? Semplice! Di recente abbiamo testato un sistema abbastanza economico composto semplicemente da un'antenna ricevente, un apparecchio ripetitore e amplificatore ed un'antenna trasmittente. L'antenna ricevente va sistemata possibilmente all'esterno, anche nel tetto della propria casa se possibile. Con una prolunga costituita da un cavo coassiale (il cavo dell'antenna) si può raggiungere una parte comoda all'interno della casa dove sistemare il ripetitore/amplificatore che deve essere alimentato, quindi collegato ad una prese della corrente elettrica. Da questo ripetitore parte poi un altro cavo a cui collegare l'antenna che ritrasmette il segnale all'interno della vostra casa.

Questa secondo cavo può anche essere duplicato o "moltiplicato" con delle derivazioni nel caso in cui vi siano muri molto robusti che schermano il segnale: in questo caso potremmo sistemare anche delle altre antennine.

Può essere anche acquistata un'altra antenna ricevente più "evoluta" e sensibile in modo tale che ci consenta di ricevere un segnale debole, nel caso in cui p.e. il ripetire del segnale dei cellulari sia molto distante. Potremmo quindi utilizzare un'antenna orientabile.

Con questo semplice sistema riusciamo a risolvere senza spese enermi il problema di ricezione del nostro cellulare. Bisogna tenere presente che la frequenza di cui parliamo in questo post è quella di 900 Mhz, la più diffusa nella telefonia cellulare.

 

 

Hai bisogno di aiuto? Contattaci!

Pubblicato il

SPSS gratis ? Prova PSPP l'alternativa free ad SPSS

SPSS gratis ? E' la speranza di molti che hanno bisogno di un software per elaborazioni statistiche e si scontrano con gli elevati costi di licenza di software commerciali che scoraggiano… PSPP consente di fare una grande quantità di elaborazioni statistiche, con funzionalità ed interfaccia che ricordano SPSS nella sua versione base.

Per chi ha familiarità con i grandi software di elaborazione statistica è necessario solo un po' di tempo per ritrovare tutti gli strumenti, poi si può partire… ed ottenere dei risultati stupefacenti avendo una licenza completamente in regola ma senza costi, completamente gratuita. Il software si presenta in tutto completo e professionale, la piattaforma è Linux Ubuntu che da graranzia di stabilità e affidabilità che sono senz'altro molto competitive quando si vuole che il proprio computer non ci abbandoni nel bel mezzo di un lavoro importante!

Ritrovati gli strumenti e caricati i dati, familiarizzato con ll logica del programma, dopottutto somiglia ad SPSS ma non lo è quindi necessità di un po' di apprendimento, stupisce quanto sia potente questo strumento e i risultati che ci fa ottenere.

Lo abbiamo utilizzato proprio in un momento in cui avevamo la necessità di un software come SPSS e non ha tradito le nostre aspettative. In certi momenti si nota che mancano funzionalità a cui si può essere abituati con i software commerciali, ma PSPP ce le fa quasi sembrare delle raffinatezze… va senz'altro provato!

Vuoi saperne di più? Contattaci!

Pubblicato il

Linux Ubuntu scuola : migliaia di euro di vantaggi

linux ubuntu

Linux Ubuntu scuola : allestire un'aula informatica in una scuola utilizzando come Sistema Operativo Linux Ubuntu (anche nella sua distribuzione Edubuntu, studiata appositamente) abbatte notevolmente i costi di realizzazione e quindi mette in condizioni anche delle scuole con piccoli budget e fondi scarsi di poter avere al proprio interno un'aula informatica attrezzata di tutto punto.

Volendo realizzare l'aula installando dei Sistemi Operativi commerciali, quindi con delle licenze a pagamento, anche ricorrendo ad eventuali agevolazioni previste dai fornitori o produttori per gli istituti scolastici, fa comunque lievitare i costi che alla voce software possono arrivare a migliaia di euro. Acquistando del software commerciale ci si scontra nuovamente con i limiti di budget anche in seguito quando iniziano a sorgere nuove esigenze, si vogliano supportare nuove attività, si vuole sperimentare… ogni funzionalità per la quale diventa necessario un software comporta un costo di licenza.

Ricorrendo a Linux Ubuntu questi costi vengono abbattuti, migliaia di euro in meno sui preventivi di un'aula informatica quindi! Forse è necessaria un po' di ricerca in più all'inizio per chi si avvicina al mondo Linux per la prima volta, ma si tratta comunque di un investimento in tempo che viene ampiamente ripagato. I sistemi operativi non diventano obsoleti, gli aggiornamenti gratuiti consentono sempre di avere delle postazioni con gli ultimi software rilasciati. Non bisogna acquistare degli upgrade per fare gli avanzamenti, ma è il computer stesso con Linux Ubuntu installato che ci informa che è stata rilasciata una nuova versione e ci chiede se vogliamo fare l'avanzamento… gratuito.

Nel caso in cui le classi o gli insegnanti vogliano portare avanti dei progetti specifici in diversi campi di interesse, sarà sufficiente cercare il software, provarlo o chiedere una consulenza sulle funzionalità, poi semplicemente installarlo con una licenza che ce lo fa utilizzare liberamente. Anche dove ci siano dei costi per scaricare i nuovi programmi si limitano a pochi dollari in genere…

Gli alunni quindi si trovano con una grandissima libertà di sperimentere ed apprendere, i sistemi operativi Linux sono stabili, danneggiarli senza avere glui accessi di root è estremamente complicato… questo riduce drasticamente anche i costi di assistenza software!

Bhe non sarebbe male pensarci nel momento in cui si vuole dotare la propria scuola di un'aula informatica e si rischia di venire bloccati dai costi…

Pubblicato il

Estendere Wifi in tutta la casa o palazzo

estendere wifi

Estendere Wifi in tutta la casa a volte è possibile coprire con la rete wifi tutta la casa semplicemente grazie al segnale che parte dal vostro router. Nel caso in cui abbiate una Vodafone Station p.e. il segnale wifi che trasmette potrebbe essere sufficente per raggiungere tutti gli angoli della vostra casa.

Spesso però capita che il segnale wifi incontra degli ostacoli, come muri particolarmente robusti o altre strutture che ne peggiorano la qualità o addirittura lo schermano.

Quindi il segnale trasmesso dal vostro router wifi (o come nel caso dell'esempio precedente della vostra Vodafone Station) o non raggiunge certe parti della vostra cosa o ci arriva molto debole e instabile, quindi le connessioni sono particolarmente lente e cadono di continuo.

In questi casi la soluzione più veloce e studiare la posizione migliore per posizionare un ripetitore di segnale, in modo che ci consenta di superare gli ostacoli e di coprire l'intera casa con la rete wifi internet. Si trovano in commercio ripetitori abbastanza economici e di buona qualità che ci possono aiutare a colmare queste "ombre" nella copertura della nostra rete wifi. Per installarli in genere c'è bisogno solamente di una presa elettrica, la difficoltà maggiore, che richiede un po' di impegno, è invece quella di trovare il punto migliore per posizionare il nostro ripetitore wifi procedendo con qualche test, utilizzando p.e. anche un comune smarthphone che faccia da ponte in modalità Hotspot.

Ovviamente poi è necessario configurare il ripetitore perchè funzioni.

Stampante WiFi con Linux Ubuntu

Con Linux Ubuntu, una stampante WiFi collegata al vostro router wireless viene vista come stampante di rete, quindi come tale va installata nel vostro PC Ubuntu. L'installazione la potete effetture da Impostazioni (Impostazioni di Sistema) > Stampanti oppure dal CUPS (accedendo dal vostro browser attraverso l'indirizzo http://localhost:631/).

Se non trovate un driver adatto che è stato già sviluppato per la vostra stampante (o che viene fornito dal produttore della stamopante stessa) dovrete fare delle prove con i profili "generici".

Avete bisogno di una mano? Contattateci!

 

Pubblicato il

La televisione via internet, la Web TV.

La televisione via Internet, la Web TV e non solo, è una realtà alla quale si sono adattati molti produttori di hardware oltre a tanti canali televisivi. Per quanto riguarda l’hardware, quindi gli apparecchi che vengono in genere utilizzati per vedere la TV o i film: dai lettori Blu Ray, ad alcuni decoder satellitari (anche compatibili con Sky) e per il digitale terrestre (come cubovision che si appoggia i servizi Telecom Italia anche per la vendita di servizi televisivi com la visione di film o latri programmi a pagamneto).

Tanti lettori Blu Ray consentono la connessione tramite Wi-Fi (wireless, senza fili) o cavo di rete. A seconda del software del lettore è possibile accedere a molti servizi internet che trasmettono dai film ai programmi televisivi anche memorizzandoli, creando in questo modo una vera e propria lista di “canali”.

MediaBox : trasformare la nostra TV in Smart TV

Altro apparecchio che si può utilizzare per vedere dei film che si hanno in files video sono i media player.

Il media player (o MediaBox) non è altro un Hard Disk esterno dotato di un componente che gli permette di riprodurre dei film e con delle connessioni dalla presa SCART all’alta definizione dell’HDMI riprodurre i filmati in file digitali direttamente sulla televisione. Ne esistono anche di collegagili alla rete Internet che ci consentono di vedere i filmati in rete direttamente sul nostro apparecchio televisivo.

[Versione Pura]Leelbox S1 Android TV Box Smart TV Box Quad core Cortex A53 Android 6.0 1GB+8GB WIFI 2.4GHz 4K Android Box

Caratteristica Ultima: One key help. Quando si utilizza, è sufficiente premere il pulsante AIUTO. Poi puoi scaricare le applicazioni che si desidera. E' così facile da usare.
Leelbox S1 Quad-core Cortex-A53 2.0GHz; Abbiamo una squadra tecnica molto professionale, Vi forniamo il supporto della tecnologia professionale ogni volta che si ha bisogno.
Leelbox Ultimo Ethernet S1: 10 / 100M, standard RJ-45. Devi sapere, la velocità di rete fa un ruolo fondamentale per le prestazioni di tutto il contenitore di android TV.

Additional images:

Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail

Price:

Buy Now

Questo MediaBox è abbastanza economico, non ha grandi pretese, ma può svolgere a pieno il suo compito di farci vedere in alta definizione sia Netflix che Amazon Video.

Purtroppo è rootato, l’applicazione di Infinity o TIM Vision non ci funzionano.

Per completare la trasformazione della nostra TV per lo streaming video (sempre che non abbiamo già acquistato una Smart TV) questa tastiera wireless ci può essere molto d’aiuto 😉

Leelbox Tastiera 2.4GHz Wireless Keyboard con Touchpad Mini Tastiera per Android TV Box Smart TV del Android Mini PC PlayStationetc (Design Italiano)

Leelbox Tastiera: 3 in 1 multifunzione 2.4GHz mini tastiera senza fili, touchpad combo, con l'adattatore micro USB. La tastiera senza fili + mouse + tastiera touch.
Leelbox Tastiera Touchpad Multimediale, compatibile con PC, Android TV Box, smart phone, ecc.
Leelbox Tastiera: molti tasti di accesso diretto al controllo multimediale: Play, E-mail, Mute, Controllo del mouse.

Additional images:

Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail Product Thumbnail

Price: 14,70

Buy Now
Pubblicato il

Come collegare stampante wifi al PC o Mac

Come collegare stampante wifi al PC o Mac? Dalle istruzioni e pubblicità il tutto sembra abbastamza semplice anche se alla fine si riscontrano diversi problemi nella configurazione ed installazione… quindi prima di poter stampare con ogni “device” (computer, portatile, tablet o anche smartphone) collegato al Wi-Fi (anche con con un’apposita app…).

Prima di tutto bisogna assicurarsi che il proprio router trasmetta un segnale wireless, quindi che il Wi-Fi sia attivo nel router. Infatti la stampante deve essere collegata alla rete wireless dove sono connessi i PC o gli altri device (come un tablet etc.) che si vogliono utilizzare per fare delle stampe.

Fatto questo cercare il disco di installazione nella scatola di imballaggio della stampante. Trovato il disco è necessario in genere collegare la stampante tramite cavo USB ad un PC (collegato tramite wifi o comunque alla rete a cui si vuole connettere la stampante) per poterla installare in rete.

Il cavo USB per collegare la stampante spesso non si trova fornito nella confezione della stampante. I fornitori danno sempre di più per scontato che si possa utilizzare il cavo USB della vecchia stampante che si sta mandando in pensione. Quindi bisognerebbe tenere sotto mano un cavo USB con il connettore adatto per la stampante.

Seguendo le istruzioni del disco di intallazione si può effetture l’installazione. Lo si inserisce ed avvia nel PC. Può capitare però, a volte per i Mac, che manchino dei drivers e dei programmi per far funzionare la stampante che è necessario scaricare da internet, il disco di installazione ci dovrebbe rimandare al sito del produttore per trovare tutti i programmi necessari per l’installazione…

Procedendo con l’installazione tramite il disco in dotazione, riusciamo a collegare la stampante al Wi-Fi. Tra le opzioni bisogna scegliere trasferimento automatico dei parametri Wi-Fi dal computer, più veloce, se non funzionasse questo sarà necessario procedere manualmente all’inserimento dei dati di configurazione della rete wireless, modificando la preferenza che abbiamo provato prima. A questo punto verificare che sia installata e riconusciuta nei PC dove la si vuole utilizzare.

Se va tutto liscio non è difficile 🙂 …

Hai bisogno di aiuto?

Pubblicato il

Un Gestionale gratis per la tua attività?

Codice a barre. Gestionale gratis

Un Gestionale gratuito per la tua attività? Esistono diverse soluzioni nell'ambito del software libero e gratuito per la gestione di attività commerciali, di magazzino e fatturazione.

Tra quelle che abbiamo testato Yuza, Phasis e Gestionale Open. Si tratta di soluzioni che sono adatte a diverse attività ed esigenze consentendo la gestione del magazzino, anche utilizzando i codici a barre, della fatturazione e della contabilità… ma anche dei clienti (per gestire le relazioni con i propri clienti) e dei fornitori.

La gestione del magazzino con i codici a barre, quindi avere sempre sotto controllo le proprie scorte in tempo reale man mano che viene effettuata la vendita è forse molto più semplice di quanto si immagini! Infatti basta un lettore di codici a barre collegato al computer dove si trova installato il gestionale ed il gioco è fatto… Un lettore di codici a barre economico può costare anche meno di venti euro.

Una volta installato il programma sarà necessario registrare i prodotti del proprio negozio e magazzino nel gestionale, quindi censirli. Ogni nuovo prodotto verrà inserito con la sua scheda e ad ogni prodotto sarà associato un codice a barre.  Si potrà anche verificare il fornitore o i fornitori di un determinato prodotto, ma anche i principali clienti volendo…

L'utilizzo di un gestionale di questo tipo consentirà dei forti risparmi in termini di tempo che in genere si investe nelle verifiche delle proprie giacenze di magazzino, tempo che potrà essere dedicato alla promozione ed alla crescita della propria attività!

Vuoi saperne di più? Contattaci!

[contact-form-7 id=”193″ title=”Modulo di contatto 1″]

Pubblicato il

Un numero fisso sul cellulare? Con il VOIP puoi!

AsteriskUn numero fisso sul cellulare? Con il VOIP puoi avere un numero fisso sul tuo cellulare, sul tuo smartphone, sempre che abbia nel tuo piano tariffario il traffico dati, quindi internet.

Puoi registrare il tuo numero fisso su Messagenet in pochi minuti, una volta registrato, con il prefisso della tua località. Una volta registrato il numero sarà sufficiente installare sul cellulare l’applicazione Mtalk, inserire i parametri che ti sono stati forniti da Messagenet… il gioco è fatto! Quando qualcuno chiamerà il numero fisso che vi ha fornito Messagenet squillerà il tuo cellulare!

Il numero di Messagenet è un vero e proprio numero fisso solo che invece di utilizzare la rete telefonica “tradizionale” per inoltrare la chiamata, utilizza la rete Internet, si tratta di un numero VOIP (Voice Over IP), cioè telefonate tramite un protocollo Internet.

Ovviamente la qualità della chiamata è legata lla qualità della tua connessione Internet…

Oltre che attraverso il cellulare puoi effettuare e ricevere delle chiamate anche tramite il tuo computer o con un telefono VOIP, puoi anche utilizzare i tuoi telefoni fissi collegando un adattare VOIP al tuo modem e router.

Puoi anche effettuare delle telefonate ma devi avere del credito con Messagenet.

Vuoi saperene di più? Contattaci!

[contact-form-7 id=”193″ title=”Modulo di contatto 1″]